RR126. Giovanna Castiglioni, Sara Vivan

: CORRAINI

Prezzo
€13,00
Scontato
€13,00
Prezzo
Sold Out
Unit Price
per 
Scrivi una recensione
- +

Parliamo di Industrial Design in modi diversi: raccontando o disegnando un’idea, attraverso un saggio critico, mettendo in scena uno spettacolo, con le immagini, con gli audio- video. O, perché no, con un nuovo linguaggio: come in questo flip-book. Mi hanno chiesto più volte di scrivere un libro sulle storie legate ai progetti di mio padre, Achille, includendo aneddoti ed episodi legati alla mia sfera familiare. In questo primo progetto ho voluto restituire, in due secondi, proprio una storia di Industrial Design. Rispettando l’ironia di un papà straordinario, ho voluto portare alla luce alcuni dettagli meno noti della sua, della mia, della nostra vita privata, traducendo in forma grafica quello che faccio normalmente quando racconto i suoi progetti.” – Giovanna Castiglioni

Protagonista di questo flip-book è RR126, il radiofonografo progettato nel 1965 da Achille e Pier Giacomo Castiglioni: un elettrodomestico che ci tiene compagnia, tanto futuribile per gli anni ’60, quanto moderno ancora oggi; un amico sorridente, con una faccia da robot e due grandi occhi luminosi, che emette suoni da due cubi “chiacchieroni” che si spostano per comporre soluzioni lineari o geometriche sempre diverse.

SPEDIZIONI RAPIDE

Come dice il saggio: il bisognino fa correr la vecchietta. Dopo il forzato lock down del 2020 (purtroppo!) abbiamo imparato a fare spedizioni sicure, super veloci ed elegantissime. Perché voi a casa vi meritate giustamente il meglio.

PACKAGING ECOSOSTENIBILE

Tutti gli acquisti sono impacchettati con carta Todo Modo riciclata. Anche le buste sono in pvc riciclato e, ovviamente, riciclabile. Più sicuri i vostri acquisti, più sicuro l'ambiente, più felici tutti!

LA SCELTA GIUSTA

Che cavolo di competizione scorretta! Ma voi per chi fareste il tifo in un'ipotetica finale di Wimbledon: Federer o Filini ? Ma è ovvio, Filini! Perchè è più simpatico, più sincero, più umano, più vicino a tutti noi. E perchè ne ha molto più bisogno di Federer.